Gela, no al bullismo col parlamento della legalità

GELA. Prima adesione in città a favore dell’associazione antibullismo di cui è presidente Enzo Russo. La lodevole iniziativa promossa recentemente dalla provincia è stata accolta dalla preside Giovanna Palazzolo del comprensivo «Paolo Emiliani Giudici». Gli associati faranno parte del «parlamento della legalità». Ogni classe avrà infatti un «onorevole» che lo rappresenterà. Sono più di cinquemila i tesserati nisseni che hanno scelto di dire no ad atti di bullismo, sintomo di un cambiamento tangibile. Il convegno presieduto da Russo ha sortito successo tra i ragazzi del plesso «San Francesco» e della «Paolo Emiliani Giudici». Gli studenti infatti, hanno assistito con attenzione raccontando le loro esperienze di vita e aneddoti di bullismo vissuti sulla loro pelle. Il motto della tessera, già richiestissima dagli stessi studenti, sarà «Io ho scelto». In città esiste già da due anni uno sportello d’ascolto e un’email amica che si interessa al fenomeno, ad occuparsene sono gli esperti dell’associazione «Il tempio di Apollo». Hanno inoltre partecipato le assistenti sociali Serenella Presti, Maria Concetta Faraci e Letizia Savatta, che parlano di un fenomeno diffuso ma non da percentuali allarmanti. Gi.Co.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati