San Cataldo, la Calvario-Torre nel degrado: «Rischio incidenti altissimo»

SAN CATALDO. Proteste ed esposti per le condizioni - invero pietose - in cui versa la provinciale Calvario-Piano Torre un sito dove insistono attività econoche, club privati e strutture private. A lanciare il grido d'allarme sulla pericolosità dell'arteria è il presidente del comitato "Madonna delle Grazie" Michele Falzone con un esposto-denuncia inviato al commissario straordinario della Provincia (ente al quale spetta la manutenzione ordinaria e straordinaria) e per conoscenza al Prefetto. La nota è accompagnata da una documentazione fotografica che evidenzia il grave dissesto della provinciale in questione particolarmente transitata. Il rischio incidenti è quanto mai alto in una strada che presenta un manto bituminoso ammalorato in più punti, piena di dislivelli, buche, cedimenti e, quando piove, di ampie pozzanghere. Mancano i guard-rail e il transito autoveicolare si trasforma spesso in una gimkana ed è del tutto assente la segnaletica orizzontale. Insomma più che una strada una autentica mulattiera. «A ciò - scrive Falzone - si deve aggiungere che l'amministrazione competente negli ultimi anni non esegue pià interventi di manutenzione e pulizia. Inoltre nella zona in questione ricadono fabbriche che producono manufatti per l'edilizia ed è transitata da mezzi pesanti, betoniere e trattori». Il comitato ha chiesto alla Provincia di attivare interventi per il ripristino della viabilità e della sicurezza stradale, annunciando di essere pronto a rivolgersi all'autorità giudiziaria in caso di incidenti stradali gravi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati