Assoenologi: in Sicilia produzione vino +30%

PALERMO.  La Sicilia nel 2013 produrrà oltre 6 milioni e 750 mila ettolitri di vini e mosti, una quantità che supera del trenta per cento la produzione realizzata durante la scorsa vendemmia.
I dati provengono dalle previsioni di Assoenologi, l'associazione enologi ed enotecnici italiani. Nell'isola la vendemmia è iniziata con il Pinot grigio, il Sauvignon blanc e, in alcune zone, con lo Chardonnay nella prima settimana di agosto, mentre si è conclusa con il taglio delle uve Nerello Mascalese sulle pendici dell'Etna.
Le analisi di cantina condotte dall'associazione fanno prevedere vini qualitativamente assai interessanti con una gradazione media inferiore rispetto a quella della scorsa vendemmia, ma con contenuti di più alto livello.    
Quantitativamente, si evidenzia in tutta la regione un incremento della produzione del 30 per cento rispetto alla precedente campagna. L'aumento scaturisce soprattutto da un buon andamento climatico che si è registrato in tutto l'anno, con piogge abbondanti nel periodo invernale e con temperature regolari durante la fase primaverile ed estiva e, non ultimo, le piogge di fine agosto.    
Per quanto riguarda le contrattazioni all'ingrosso si registra un calo delle quotazioni mediamente valutato intorno al 30 per cento per i mosti e i vini generici, mentre per i vini a denominazione di origine e a indicazione geografica la diminuzione si attesta al 15 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati