Caltanissetta, autovelox spietato: 70 multe in due giorni

E' stato piazzato in via Due Fontane e in centro

CALTANISSETTA. Esordio con il botto per l'autovelox impiegato dalla polizia municipale in cinque strade del capoluogo ritenute a più alto rischio. Settanta infrazioni sono state rilevate nei primi due giorni di controllo e si tratta di un numero decisamente elevato che va al di là delle previsioni. La strada dove il limite di velocità (50 kmh) viene superato con grande frequenza è via Due Fontane dove «gli automobilisti - come spiega il comandante Maurizio Parisi - non vogliono proprio saperne di andare piano». Il reimpiego della speciale apparecchiature è stato condizionato, gli ultimi due giorni, dalle avverse condizioni meteo: «Piazzare le pattuglie nelle strade da noi monitorate significava mettere a repentaglio la sicurezza dei miei uomini». L'autovelox ha fatto «strage» non solo in via Due Fontane ma anche in viale Monaco l'arteria che dovrebbe, al contrario, consigliare estrema prudenza per il transito ininterrotto dei mezzi di soccorso in una zona dove insiste il plesso ospedaliero Sant'Elia. «Il numero delle multe - ha commentato Parisi - è decisamente alto, ma la percentuale si abbassa notevolmente rispetto alle auto, a centinaia, che transitano giornalmente in via Due Fontane. Debbo dire che l'effetto autovelox funziona e gli automobilisti appena ci vedono cominciano a rallentare». Alle settanta multe che verranno recapitate agli interessati (gli importi variano da 39 a 159 euro) fa contraltare la decurtazione di pochi punti da varie patenti. Non si sono stati ritiri e questo significa che i limiti di velocità sono stati superati di poco. Al pari di via Due Fontane e viale Monaco le multe sono fioccate anche in via Rochester, strada entrata solo di recente nel novero di quelle da monitorare anche con l'autovelox per l'elevato numero di incidenti - alcuni anche gravi - nel periodo estivo. I controlli - tempo permettendo - riprenderanno la prossima settimana. «Anzi - ha sostenuto il comandante della polizia municipale - verranno intensificati. A noi, contrariamente a quanto si possa pensare, non interessa fare cassa appioppando multe ma evitare che possano succedere incidenti. Questo è il nostro obiettivo». Le altre due arterie del capoluogo monitorate sono viale Candura e viale Costa (in questo caso il limite di velocità è di 60 chilometri orari) dove il numero delle infrazioni è più basso. Intanto la polizia municipale ha dovuto - forse di una settimana - l'avvio dei controlli notturni sulle strade del capoluogo, il sabato e la domenica. «Questioni solo economiche - ha detto Maurizio Parisi - dietro il rinvio. Non rientriamo nei costi preventivati nell'ambito del Progetto Sicurezza sostenuto dall'amministrazione comunale e pertanto abbiamo deciso di far slittare la data d'inizio di questi servizi a mio modo di vedere utilissimi nel fine settimana».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati