Rischio attentato, nuovo allarme per Cicero

Movimenti sospetti vicino all’ufficio, potenziata la scorta al presidente Irsap che denunciò infiltrazioni mafiose

CALTANISSETTA. Il pericolo si è fatto concreto. Per Alfonso Cicero, presidente dell’Irsap (l'Istituto regionale per le attività produttive), è di nuovo allarme rosso, qualcuno ha non solo ideato e progettato, ma pare che voglia mettere in atto, in tempi brevi, un attentato nei suoi confronti.
Movimenti più che sospetti, che si sarebbero verificati un paio di giorni fa, davanti agli uffici dell’Asi di Caltanissetta, dove Cicero lavora, hanno fatto scattare più forti misure di sicurezza. I magistrati mantengono il più stretto riserbo. Il procuratore Sergio Lari si limita a dire che: «Sono stati registrati ulteriori episodi di intimidazione e che l’indagine è coperta dal più stretto riserbo». Gli episodi di cui parla il procuratore Lari hanno fatto sì che ieri mattina il prefetto Carmine Valenti convocasse in seduta straordinaria il comitato per la sicurezza, durante la quale è stato deciso di aumentare la scorta al presidente dell’Irsap. Scorta che viene garantita dalla guardia di finanza.
UN SERVIZIO SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati