Formazione, stipendi non pagati: è giallo

La Regione: «Già versati 200 su 230 milioni per l’ultimo periodo. Scopriremo gli enti che non sono in regola». Un migliaio coloro che non ricevono le somme puntualmente

PALERMO. Giallo su stipendi e rimborsi non pagati a dipendenti e allievi della Formazione. La Regione afferma di aver versato i finanziamenti agli enti che però a loro volta sostengono di non aver ricevuto i fondi e di non poter pagare salari al personale e indennità ai corsisti.
Sicuramente a pagarne le spese sono lavoratori e allievi che aspettano da troppo tempo. Come Michele Lo Re che ieri a “Ditelo a Rgs” ha affermato di aspettare da 34 mesi i soldi per un corso frequentato a Palermo. Oppure Michela Scianna, rimasta senza stipendio e senza lavoro. L'assessorato regionale alla Formazione vuole fare luce sui mancati pagamenti e intensifica i controlli sugli enti: chi non è in regola rischia anche la revoca dell'accreditamento. E secondo le stime dell'assessorato sarebbero oltre un migliaio i lavoratori siciliani del settore che non vengono pagati regolarmente.
Ieri in trasmissione Michele Lo Re ha raccontato di aver «fatto nel 2010 un corso professionale presso l'ente Interefop di Palermo. Sono passati 34 mesi ancora l'ente aspetta i soldi dalla Regione e non può pagarmi». Lo Re ha aggiunto di «aver più volte cercato di avere informazioni dalla Regione ma senza ottenere risposte». Michela Scianna dipendente di un ente di formazione a Casteldaccia, in provincia di Palermo, ha protestato contro «un sistema che ha contribuito a rovinare l'esistenza mia e sopratutto delle mie figlie – ha raccontato la signora Scianna - e non ci sono più soldi neppure per la cassa integrazione. Inoltre da giugno sono senza lavoro».
Il capo di cabinetto dell'assessorato, Olimpia Campo, ha spiegato che «anche noi ci chiediamo come sia possibile che gli enti non paghino regolarmente. Noi abbiamo versato i fondi. Per l'ultimo periodo abbiamo erogato già 200 milioni su 230 milioni. L'ultima tranche la daremo appena sarà effettuata la rendicontazione».
Campo afferma che «è assurdo che gli enti non abbiano pagato e afferma che l’assessorato attraverso i controlli intensificati e rigidi che sta effettuando, presto potrà scoprire tutti gli enti che non sono in regola con i pagamenti».
Olimpia Campo invita poi chi è a conoscenza di irregolarità di denunciarle perché così possono scattare tutti in controlli necessari, anche da parte dell’assessorato. Il dirigente ha sottolineato che «la nuova giunta regionale ha rivoluzionato il sistema della formazione per renderlo più produttivo e regolare».
In particolare ha ricordato l’introduzione di un conto corrente dedicato esclusivamente al pagamento dei dipendenti per evitare che gli enti incassino i fondi e non paghino i lavoratori. E inoltre ha evidenziato che è stato introdotto il pagamento con la rendicontazione effettiva: gli enti dovranno giustificare con estrema precisione ogni spesa.
Campo ha affermato che sono già stati inviati circa 200 decreti di finanziamento agli enti e altrettanti saranno recapitati al più presto. «Gli enti avranno quindici giorni di tempo per avviare le attività dei corsi – ha proseguito Campo – e si tratta di una riedizione del precedente Avviso 20 per cui non è stato possibile apportare molte modifiche alle regole. Ma è stato cambiato tutto quello che abbiamo potuto per migliorare il sistema e renderlo più efficiente».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati