Roma, all'orizzonte adesso ci sono i cinesi

Non si ferma l'ascesa di Wang Jainlin, l'uomo più ricco della Cina con una fortuna stimata in 14,1 miliardi di dollari e a capo del colosso cinese Dalian Wanda, gigante da 35 miliardi di dollari di asset. Jailin si appresta - secondo indiscrezioni - a una nuova avventura, questa volta nel calcio

ROMA. La mano tesa a Hollywood dopo l'acquisto della prima catena di cinema americana, l'imponente presenza nel settore nautico con la proprietà del costruttore di yacht di lusso SunSeeker International e un impero immobiliare con progetti di sviluppo alberghiero in tutto il mondo. Non si ferma l'ascesa di Wang Jainlin, l'uomo più ricco della Cina con una fortuna stimata in 14,1 miliardi di dollari e a capo del colosso cinese Dalian Wanda, gigante da 35 miliardi di dollari di asset. Jailin si appresta - secondo indiscrezioni - a una nuova avventura, questa volta nel calcio, con un 'matrimonio americanò. Il magnate cinese sarebbe infatti in trattative con il miliardario americano James Pallotta, numero uno della società di investimento Raptor Group, per un ingresso nell'azionariato della As Roma, al posto di Unicredit. Una 'strana coppià quella sino-americana che potrebbe tradursi in un'iniezione di fiducia e di nuovi capitali nella squadra giallorossa. Nozze che sancirebbero i sempre più stretti legami fra i Cina e Stati Uniti, nonostante le divergenze economiche e i ripetuti inviti di Washington a una maggiore apertura del mercato interno, a una maggiore flessibilità del tasso di cambio che deve essere dettato dal mercato e al rispetto dei diritti umani. L'interesse della Cina per gli Stati Uniti è senza dubbio forte: con enormi capitali a disposizione, lo shopping cinese negli Usa ha registrato un'esplosione negli ultimi anni, tanto da destare preoccupazione in Congresso sulla sicurezza nazionale. L'ultimo caso quello dell'acquisizione, la maggiore della storia da parte di un'azienda cinese negli Stati Uniti, da parte della cinese Shuanghui di Smithfield Food, sinonimo di hot dog e simbolo del maiale a stelle e strisce. Un matrimonio che unirebbe due forti personalità di successo, Pallotta da una parte e Jailing dall'altra, come dimostra Wanda che in cinese significa «molti successi». L'ultimo in ordine temporale è l'inaugurazione di una mini-Hollywood da 8 miliardi di dollari in Cina alla quale hanno partecipato da John Travolta a Leonardo di Caprio. Cresciuto in un'area povera della provincia cinese di Sichuan, Jailing ha lasciato dopo 16 anni l'esercito nel 1986 e si è trasferito nella città costiera di Dalian, trovando lavoro come responsabile della gestione di una società di proprietà municipali, che ha trasformato, anche grazie alle riforme del leader Deng Xiaoping, nel gruppo Dalian Wanda.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati