Crocetta: "Sì al Muos se rispetta la salute"

PALERMO.  Nel corso dell'incontro romano avvenuto oggi con il ministro della Difesa Mauro, il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta ha chiesto il rispetto delle misure previste dall'autorizzazione ambientale che obbligano, prima dell'attivazione dell'impianto Muos, il ministero e gli Stati Uniti a predisporre strumenti di prevenzione e centraline di controllo per l'emissione di onde elettromagnetiche. Lo rende noto lo stesso governatore.   
«Il presidente - dice una nota - è stato molto categorico affermando che il parere dell'Istituto superiore di sanità è favorevole a condizione che si rispetti una tabella di marcia e che gli impianti non superino i limiti di emissione previsti dalla legge. Per fare ciò è ovvio che bisognerà poter controllare. Attualmente tali centraline non esistono così come non esistono strutture sanitarie in grado di monitorare la salute dei cittadini. Il ministero ha assicurato di essersi già attivato per l'installazione di tali centraline».   
«Si è deciso - conclude Crocetta - di arrivare a un tavolo di confronto per attivare le misure necessarie per garantire la Niscemi e le città limitrofe».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati