Francia, rimonta mondiale e un super Ronaldo lascia a casa Ibrahimovic

I blues vincono 3-0 in casa ed eliminano l'Ucraina, che partiva dal vantaggio di due gol della gara d'andata. Tris in Svezia di CR7, non basta la doppietta dello svedese

ROMA. Cristiano Ronaldo elimina Ibrahimovic, e la Francia passa con il batticuore. Portogallo e Francia completano il quadro delle qualificate europee ai Mondiali del Brasile 2014. Spettacolare la partita di Solna, dominata ancora una volta da Ronaldo, che dopo il gol segnato all'andata firma addirittura una tripletta, che vanifica la doppietta di Ibra. Dopo un primo tempo senza gol la ripresa sono stati fuochi d'artificio: prima vantaggio portoghese (al 5') poi rimonta svedese con Ibra (23' e 28'), prima dell'uno-due finale di 'CR7' (32' e 34').  Ben più sofferto, invece, il successo della Francia. I Bleus, che partivano dallo 0-2 dell'andata con l'Ucraina, hanno ribaltato il risultato imponendosi 3-0: decisivo l'autogol di Gusev al 27' della ripresa, su pressione di Sakho, autore del primo gol francese nella prima frazione di gioco (22'), cui è seguito il raddoppio di Benzema (34'). Per il centravanti del Real una rete in sospetto fuorigioco, ma in precedenza era stato annullato un suoi gol per un offside molto dubbio. Gli ucraini hanno giocato quasi tutta la ripresa in dieci per l'espulsione al 2' di Khacheridi per doppio giallo.  Ottengono il pass per il Brasile anche la Grecia e la Croazia. A Bucarest finisce 1-1 e fanno tutti gli ellenici: gol di Mitroglou al 23' pt e autogol del romanista Torosidis al 10' st. A Zagabria invece naufraga il sogno della piccola Islanda, che dopo lo 0-0 dell'andata finisce ko 2-0 coi gol di Mandzukic (poi espulso) al 27' pt e Srna al 2' st.  Negli spareggi africani gli ultimi a staccare il biglietto sono il Ghana: inutile la sconfitta 2-1 in Egitto (in gol l'ex milanista Kevin-Prince Boateng) dopo il clamoroso 6-1 dell'andata. Senza gli interisti Taider e Belfodil, esclusi dal loro ct, l'Algeria supera l'ostacolo Burkina Faso grazie a una rete di Bougherra (4' st). Adesso mancano all'appello Uruguay e Messico: per loro le sfide con Giordania e Nuova Zelanda sono una semplice formalità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati