Unicredit Palermo, sit in dei dipendenti

PALERMO.  Sit in dei bancari davanti alla filiale di Unicredit di via Ruggero Settimo a Palermo per dire no al piano di ristrutturazione del gruppo, che nel capoluogo siciliano occupa circa 2000 addetti e conta circa 50 sportelli, 12 in meno rispetto allo scorso anno. L'iniziativa è stata organizzata dai sindacati Fiba Cisl, Fabi Cgil e Uilca Uil in occasione dell'inaugurazione della nuova sede del gruppo alla presenza dell'Ad di Unicredit Federico Ghizzoni, del country chairman Italy, Gabriele Piccini, e del regional manager Sicilia, Giovanni Chelo.   
«Mentre il nostro amministratore delegato - dice Luigi Gerbino della Rsa Fiba Cisl di Unicredit - è impegnato in  cerimonie di inaugurazione, a Palermo, in Sicilia e nel resto di Italia assistiamo all'accorpamento di filiali e alla riduzione del personale della banca e di alcune società del gruppo, mentre ancora per l'intera categoria le trattative per il rinnovo del contratto collettivo nazionale e del fondo di solidarietà sembrano essersi arenate».
«Ghizzoni non solo è l'amministratore delegato di uno dei più importanti  banche del Paese ma fa parte anche del consiglio direttivo dell'Abi, siamo qui anche per accendere i riflettori sulla necessità di riaprire le trattative per il rinnovo del contratto» conclude.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati