Caso Cancellieri, Caselli: "Nessun indagato, fascicolo trasferito a Roma"

TORINO. Sul caso Cancellieri "nessun soggetto è stato iscritto nel registro degli indagati" dalla
Procura di Torino, che ha invece "formato un fascicolo modello K di atti relativi a fatti nei quali non si ravvisano reati allo stato degli atti, ma che possono richiedere approfondimenti". E' questa la decisione presa dai magistrati torinesi nel corso del vertice che si è tenuto questa mattina negli uffici del procuratore generale del capoluogo piemontese, Marcello Maddalena. Ecco il testo integrale del comunicato diffuso dal procuratore capo, Giancarlo Caselli.

"Con riferimento a documenti acquisiti solo di recente (tabulati in data 6 novembre e relativa annotazione GdF in data 16 novembre) riferibili al cosiddetto "caso Ligresti", la Procura di Torino comunica che nessun soggetto è stato iscritto nel registro degli indagati. E' stato invece formato un fascicolo modello k (atti relativi a fatti nei quali non si ravvisano reati allo stato degli atti, ma che possono richiedere approfondimenti). Questo fascicolo sarà trasferito alla Procura di Roma in quanto territorialmente competente".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati