Severino a Palermo: "Su lotta a corruzione attuare norme"

PALERMO. "Mi sembra che abbiamo fatto tanto sul tema della lotta alla corruzione, e che quel che è stato fatto debba ancora essere eseguito. Quindi occupiamoci prima della attuazione e poi, semmai, di quello che ulteriormente si deve fare. Ci sono dei decreti attuativi nella parte relativa
alla prevenzione della corruzione che io considero fondamentali, tanto quanto la repressione, e che sono ancor per strada".

L'ha detto a Palermo l'ex ministro della Giustizia, Paola Severino, rispondendo alle domande dei giornalisti sugli strumenti legislativi adottati contro la corruzione, a margine del convegno "Economia e diritto penale nel tempo della crisi", organizzato dall'associazione italiana dei professori di Diritto penale, con il patrocinio del Consiglio superiore della magistratura nella facoltà di giurisprudenza dell'università di Palermo.

"Considero estremamente importante - ha aggiunto Severino - sollecitarne l'adempimento come sollecitare la costituzione piena dell'autorità anti corruzione, perché credo fermamente che prevenire sia meglio che reprimere. La costituzione di un modello organizzativo trasparente nella pubblica amministrazione risolverebbe tanti problemi della giustizia italiana, penso all'eccesso di burocrazia, ai tempi lunghi, alla insufficiente trasparenza".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati