Sicilia, Archivio

Gela, fiamme all'assessorato ai Lavori Pubblici: documenti distrutti

GELA. La criminalità a Gela alza il tiro. Un incendio doloso, appiccato nel cuore della notte, ha danneggiato la sede dell’assessorato ai Lavori Pubblici, in  via Marsala, nel quartiere “Fondo Ventura”. Le fiamme hanno divorato diversi documenti e atti che erano custoditi nella stanza adibita ad archivio.

I malviventi, eludendo le telecamere del sistema di video sorveglianza, sono penetrati all’interno dell’immobile, dopo aver forzato la serranda dell’ufficio dell’assessore al ramo, Carmelo Casano, esponente del Pd e del movimento “Il Megafono”, nonché stretto collaboratore del presidnete Rosario Crocetta. In fondo ad un corridoio hanno accatastato diversi documenti, un fotocopiatore, alcuni computer e appiccato le fiamme. L’immobile risulta attualmente inagibile. Il rogo è stato domato, solo in mattinata, dai vigili del fuoco del locale distaccamento. La polizia ha già acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza. “Siamo molto amareggiati”, ha detto il sindaco, Angelo Fasulo.

“E’ gravissimo, perché si tratta di un attacco al lavoro che si fa per questa città, alle opere che si realizzano e di conseguenza questi gravi atti si ripercuotono sull’occupazione e sulla crescita. Non c’è ritorno economico per questi criminali, c’è solo la volontà di fare male a questa città. Si fa del male a chi lavora per farla crescere. Siamo veramente amareggiati ma in ogni caso ci metteremo subito al lavoro. Anche se i danni sono ingenti, ci rimetteremo subito al lavoro per rimetterci in moto. Si tratta – ha concluso il primo cittadino -  di un  gravissimo attacco alla città intera e alle opere che si stanno realizzando per creare occupazione”. Visibilmente turbato l’assessore Casano, che negli ultimi mesi ha avviato numerosi cantieri per la riqualificazione urbana, bloccando quelle imprese che non erano in grado di produrre la necessaria informativa antimafia. Alcuni appalti sono stati revocati e assegnati ad altre aziende.

Non è la prima volta che l’assessorato ai Lavori Pubblici finisce nel mirino della criminalità. Nell’aprile del 2011, all’indomani del suo insediamento, l’assessore ai Lavori Pubblici, Casano, ricevette una lettera di minacce. Recentemente sono stati revocati appalti nei confronti di aziende in odor di mafia.


CROCETTA: "LA MAFIA STA RIALZANDO LA TESTA".
"Sono sconvolto dalla notizia dell'incendio negli uffici comunali a Gela. Cominciano a esserci troppi incendi nei palazzi delle pubbliche  amministrazioni...": Rosario Crocetta ha appreso di buon mattino la notizia e  si mostra allarmato. Per il presidente della Regione "abbiamo già avuto un  incendio all'assessorato regionale alla Formazione, ora c'è anche questo. Sono sempre più convinto che la mafia stia rialzando la testa. Eppure qualcuno  continua a sottovalutare il problema". Crocetta ricorda anche che "l'assessore  ai Lavori pubblici di Gela è del Megafono, un mio amico. Sono davvero preoccupato".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati