“La casa di cura GretterLucina non è a rischio chiusura”

In merito all’articolo "Crocetta alle cliniche private: voglio qualità", pubblicato su www.gds.it lo scorso 9 novembre, riceviamo la seguente precisazione da parte della casa di cura GretterLucina:

“L'articolo, nel riportare la notizia delle case di cura a rischio chiusura secondo quanto emerso dal monitoraggio effettuato dalla commissione Sanità, ha riferito notizia non vera riguardante la casa di cura GretterLucina. È privo di fondamento l'inserimento della casa di cura GretterLucina nell'elenco delle cliniche catanesi in bilico. Di seguito il passaggio del citato brano giornalistico: “... La commissione Sanità ha completato un monitoraggio delle 56 case di cura oggi finanziate dalla Regione. Ne è venuta fuori la mappa di quelle che rischiano. Nel catanese sono in bilico le cliniche Tignano, La Gretter-La Lucina, ..."
Non corrisponde dunque al vero che la casa di cura "GretterLucina" è a rischio chiusura, in quanto soddisfa il limite di sbarramento stabilito dal decreto Balduzzi dei 60 posti letto per le terapie acute. Infatti la clinica è dotata di 70 posti letto per le terapie acute e di 14 per la riabilitazione.
Vi chiedo dunque di voler provvedere, ai sensi dell’art. 8 Legge 47/1948, alla rettifica di quanto riportato nel citato articolo nella collocazione prevista dalla legge e con risalto analogo a quello riservato al brano giornalistico cui la rettifica si riferisce”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati