Topi a Serradifalco, sui social e in strada scatta la protesta

L’aumento di ratti sarebbe stato causato anche dai numerosi avvelenamenti di gatti

SERRADIFALCO. I cittadini lamentano la presenza di rifiuti e topi per le strade del paese e l'assessore spiega che i cassonetti dei rifiuti non sono stati svuotati a causa di un guasto meccanico, il veterinario, invece, che i topi proliferano non soltanto per la presenza di spazzatura ma anche perché ci sarebbe chi si delizia ad avvelenare i gatti. Nel chiedere se «la soluzione al problema dei rifiuti è spostarli da un posto a un altro», la dottoressa Maria Rita Latona sul suo profilo Facebook afferma che «chi avvelena già i cani, adesso si diletta anche con i gatti. E in un quartiere li ha fatti fuori quasi tutti». Sarebbe questo il motivo per cui i topi prolifererebbero nella zona. La stessa nella quale Floriana, nel commentare il post della veterinaria, afferma di avere trovato le carcasse di due cani avvelenati davanti al portone di casa sua. Oltre a sostenere che «non ha proprio senso continuare nel nome del "decoro" cittadino a nascondere la polvere sotto il tappeto».
IL SERVIZIO NELL’EDIZIONE DI CALTANISSETTA DI OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati