«Diminuiscono gli incidenti stradali» Caltanissetta, parla il comandante dei vigili urbani

CALTANISSETTA. In sensibile riduzione il numero degli incidenti stradali dall'inizio dell'anno in città. Intervenendo a «Ditelo a Rgs» ad una trasmissione dedicata al traffico di Palermo, il comandante della polizia municipale nisseno Maurizio Parisi ha fornito «numeri» sull'attività della sezione infortunistica (173 incidenti rilevati nel 2013) ma ha anche indicato le strade a rischio del capoluogo, soffermandosi lungamente sull'utilità delle rotatorie e sull'uso dell'autovelox.


Il dato incoraggiante arriva dall'entità degli oltre centosettanta incidenti rilevati dai vigili urbani (nessuno mortale e quattro con prognosi riservate); solo l'ottanta per cento dei sinistri ha fatto registrare feriti guaribili da uno a trenta giorni) e il restante venti per cento si è risolto con danni a soli mezzi. «Le strade dove si verifica il maggior numero di incidenti - ha detto Parisi - sono quelle dove non vi sono intersezioni. E mi riferisco a via Rochester, via Leone Tredicesimo e via Due Fontane arterie a più alto rischio. Nel capoluogo non esistono incroci particolarmente difficili e le rotatorie contrariamente a quanto si pensa si sono rivelate utilissime. Propri grazie alle rotatorie il numero degli incidenti è sensibilemnte calato in città». Per Parisi il traffico nelle nostre strade non è minimamente paragonabile a quello di Palermo a parte situazioni contingenti, ovvero l'entrata o l'uscita dalle scuole o l'organizzazione di eventi che ci obbligano a chiudere le strade».


Nelle tre strade a rischio indicate da Maurizio Parisi (ricordiamo comandante dall'1 agosto) la polizia municipale piazza costantentemente l'autovelox: «È una presenza che funziona - ha detto - e funge da dissuasore. A me interessa questo dato. L'autovelox non produce danni agli automobilisti ma è utilissimo ai fini della prevenzione».
Proprio l'elevato numero di incidenti in quelle tre strade ha obbligato la polizia municipale ad un azione costante di monitoraggio con l'autovelox prima utilizzato in viale Candura, viale Costa, viale Monaco e via Due Fontane arterie dove i limiti di velocità vengono abbondantemente superati. Parisi ha anche parlato dell'imponente numero di verbali (6200) elevati nei primi sette mesi dell'anno. «A questi bisogna aggiungere - ha detto - le altre 3200 contravvenzioni dal giorno del mio insediamento al 15 settembre. Numero importanti se si pensa che in agosto abbiamo lavorato con un organico dimezzato dalle ferie. In un secondo tempo - ha concluso - mi soffermerò sulle infrazioni più diffise fra gli automobilisti nisseni».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati