La carica di Barreto: «Contro il Trapani? Per noi sarà come battere il Catania»

L’attesa del capitano rosa: «Queste sfide hanno sempre un sapore speciale, può essere la svolta»

PALERMO. Non è un derby in tono minore. Parola, anzi cinguettio, di Edgar Barreto. Il capitano rosanero sta tornando quello dei tempi migliori e fa sentire la sua voce: senza proclami, ma con entusiasmo. La sua condizione fisica cresce, come la fiducia nella squadra di cui è sempre stato il perno, fin dalla scorsa estate con Gattuso, e anche adesso che il padrone della panchina del Palermo è Iachini.
Il paraguayano è stato protagonista ieri di una conversazione su Twitter con i tifosi: sul profilo rosanero ufficiale del social network si è intrattenuto a lungo, prima dell'allenamento pomeridiano. Viaggia anche indietro nella memoria, il capitano del Palermo, non dimentica le esperienze in patria («Tata Martino - oggi al Barcellona - è l'allenatore con cui mi sono trovato meglio, il compagno più forte con il quale ho giocato è Roque Santa Cruz») e le prime in Europa (ha giocato nei Paesi Bassi, al Nec, e così ha ricevuto domande in olandese e risposto nella stessa lingua, spiegando: «Vorrei far gol al Trapani per mia moglie Rocio e mio figlio Mathias»), ma è concentratissimo sul presente, che vuol dire principalmente derby. «Se in attesa del Trapani si prova la stessa emozione della vigilia della sfida al Catania? Certo, tutti i derby hanno sempre un sapore speciale. Ora inizia un filotto di partite in casa? Sì, questo può essere il momento della svolta e vogliamo dare una gioia a tutti voi tifosi in occasione del derby. Siamo in serie positiva e vogliamo continuare così, collezionando vittorie».
SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA L'ARTICOLO COMPLETO

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati