Calcio, De Canio dà l’impronta al Catania

Sicilia, Qui Catania

CATANIA. Con Barrientos e Bergessio in infermeria per infortuni che saranno superati solo a lunga scadenza, il Catania si priva di oltre il 50% del potenziale offensivo. Ben quattro degli appena sette gol realizzati fino ad ora dagli etnei sono stati segnati, infatti, dal pitu (tre) e da "lavandina" (uno). Due maglie del tridente sono da assegnare, quindi. Castro sembra l'unica certezza, soprattutto dopo che nelle ultime prestazioni sembra essere vicino al rendimento della scorsa stagione. Per il ruolo di attaccante centrale il favorito è Maxi Lopez, che già a Napoli è partito da titolare e, tutto sommato, ha disputato una partita incoraggiante. Per la corsia esterna Sebastian Leto avanza una forte opzione. Ieri, in una partitella in famiglia, su campo ridotto, l'attaccante con gli occhiali ha realizzato una tripletta. Segno di una buona condizione dell'argentino che forse ha superato i problemi ad un ginocchio. La lunga indisponibilità di Bergessio ha riacceso la competizione interna e non può che essere un fattore positivo, per cercare di controbilanciare la perdita della qualità e quantità di gioco, gol a parte, espressa in campo dallo stesso Bergessio. Ieri pomeriggio, Gigi De Canio si è soffermato sugli aspetti tattici che riguardano la fase di gioco senza palle e, poi, per quella tecnica, le conclusioni a rete, verso tre porte allineate sul fondo.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CATANIA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati