Formazione, incassarono soldi extra La Regione a 71 enti: ridateci 17 milioni

La Monterosso chiede all’assessorato a recuperare i bonus concessi in passato. I sindacati: così si penalizzano i lavoratori

PALERMO. Quasi 17 milioni da recuperare, 71 enti nel mirino: la Regione prova a recuperare le somme extra concesse fra il 2005 e il 2010 alle sigle storiche della formazione professionale. Finanziamenti aggiuntivi rispetto al budget per i corsi, che in passato erano la prassi ma che ora sono stati ritenuti illegittimi dalla Corte dei Conti, che per questo motivo ha condannato l’ex assessore Mario Centorrino e il dirigente dell’epoca, Gesualdo Campo, a risarcire rispettivamente 360 mila e 500 mila euro concessi all’Anfe.
Ma l’indagine della magistratura contabile è molto più ampia e per questo motivo l’assessorato guidato da Nelli Scilabra ha «riesumato» i carteggi che riguardano tutti gli ultimi anni. La dirigente Anna Rosa Corsello ha individuato tutti gli enti che hanno usufruito di finanziamenti extra e ha avviato il recupero delle somme. Fra la primavera e l’estate è iniziato il recupero degli extra concessi nel 2007 a una trentina di enti. Ma ora in assessorato hanno completato il monitoraggio e hanno scoperto che gli enti coinvolti sono più del doppio e che la prassi di allargare i cordoni della spesa è andata avanti dal 2005 al 2010.
SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA LA VERSIONE INTEGRALE DELL’ARTICOLO

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati