Sicilia, Archivio

Comune di Caltanissetta, per le «fasce deboli» non ci saranno più lunghe code

Potranno usufruirne donne in stato di gravidanza, diversamente abili, ultra sessantacinquenni e adulti con bimbi di 2 anni

CALTANISSETTA. Corsia preferenziale negli uffici del Comune per i soggetti appartenenti alla fasce deboli; donne in stato di gravidanza, diversamente abili, ultra sessantacinquenni e adulti con bambini di età inferiore a due anni. Nel corso dell’ultima seduta la giunta comunale guidata dal sindaco Michele Campisi, su proposta dell’assessore alla Solidarietà Sociale Giuseppe Firrone, ha approvato, la delibera che dà mandato ai dirigenti degli uffici comunali aperti al pubblico, in caso di protrarsi dell’attesa, di istituire corsie preferenziali per il ricevimento dell’utenza appartenente a fasce deboli. «Una atto di civiltà e di rispetto – ha detto l’assessore Firrone – nei confronti di chi è meno fortunato o di chi per circostanze diverse, o fortuite, come impedimenti causati da qualche incidenti – rendono lunga e pesante l’attesa di chi si reca al Comune per richiedere documenti o semplicemente per chi ha necessità di conferire con i responsabili dei diversi settore dell’amministrazione». L’assessore Firrone ha dato mandato al segretario generale di sponsorizzare l’iniziativa attraverso lo slogan, che sarà presto pubblicato e reso noto anche attraverso i mezzi di informazione, «il comune di Caltanissetta rispetta e tutela le fasce deboli». «Adesso c’è da augurasi – dice Firrone - che sull’esempio del Comune anche gli altri uffici si adeguino all’iniziativa, penso in questo senso agli uffici dell’Inps e l’ufficio del governo. In diversi capoluoghi di provincia al Nord, l’accesso alle fasce più deboli è già una conquista, non a caso sono state anche previsti ed individuati delle aree di sosta i cosiddetti “parcheggi rosa” riservati alle donne in stato di gravidanza o con bambini in tenera età». L’iniziativa adesso dovrà essere regolamentata. Per quanto riguarda i parcheggi «riservati» l’assessore alla Solidarietà Sociale, ha dato espresso mandato al comando di Polizia Municipale di individuare le aree in prossimità degli uffici comunali, per la creazione di appositi stalli destinati alla sosta in prossimità dell’edificio comunale, dell’ufficio tecnico in prossimità della scalinata Duca degli Abruzzi e nell’ufficio della Solidarietà Sociale in via Mauro Tumminelli. Stalli rigorosamente riservati alle fasce deboli.
«Mi auguro – ha detto ancora Firrone – che questo non sia un caso isolato, ma che venga anche esteso ad altri presidi territoriali presenti nel capoluogo». Il provvedimento della giunta entrerà in vigore contestualmente con la localizzazione degli stalli e in una fase successiva sarà chiamato in causa il consiglio comunale per l’approvazione del relativo regolamento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati