Disabile denuncia le barriere architettoniche con un videogame

Si chiama Rosario Epifani,
ha 34 anni ed è un perito chimico di Oria. Da quattro anni è
costretto su una sedia a rotelle perchè affetto da sclerosi
multipla. Stanco di vedere strade senza marciapiedi, scivoli
inesistenti oppure occupati da auto in sosta, e uffici pubblici
della sua città inaccessibili ai portatori di handicap, ha
finito col raccontare la sua storia in un video game dal nome
"Oria, questa è Sparta".
Prendendo spunto dalle gesta del famoso idraulico-eroe dei
videogame "Super Mario", ha ricostruito sotto forma di giochino
elettronico le difficoltà che è costretto ad affrontare
quotidianamente con la sua carrozzella. Il video è stato poi
caricato polemicamente su Youtube. «Ho ricostruito - spiega Epifani - il percorso che faccio
uscendo da casa e gli ostacoli che incontro per raggiungere
semplicemente il bar o la farmacia o per recarmi in Comune, con
marciapiedi che non ci sono, con scivoli che, quando ci sono,
sono sistematicamente occupati da auto senza che nessun vigile
intervenga. Vorrei solo la possibilità di poter svolgere quello
che normalmente fa una persona normale nella propria città».

© Riproduzione riservata

Correlati