"Intervenne per sedare la rissa tra fratello e suocero", arresto non convalidato a Niscemi

Sicilia, Archivio

NISCEMI. Arresto non convalidato per Salvatore Bennici, un bracciante agricolo di Niscemi di 30 anni, che lo scorso 25 ottobre è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Niscemi con l’accusa di lesioni personali aggravate. Durante l’udienza di convalida, davanti al Gip del Tribunale di Gela, Fabrizio Molinari, l’uomo, assistito dal suo avvocato Pietro Stimolo, è riuscito a dimostrare la totale estraneità ai fatti che gli venivano contestati. L’uomo, nel corso di una lite fra suo fratello Paolo e l’ex suocero, Rosario Monelli, un muratore di 57 anni, lite scoppiata per vecchi dissidi, sarebbe intervenuto solo per avvertire la polizia (la cui sede del commissariato si trova a pochi metri dal luogo della rissa) e successivamente per sedare la rissa. Salvatore Bennici, ha trascorso una sola notte ai domiciliari perché il Gip, dopo aver accolto la tesi difensiva del legale del bracciante agricolo, ha trasmesso gli atti al Pm per chiedere che la posizione di Bennici venga archiviata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati