Sicilia, Archivio

Caltanissetta, Campisi: 30 milioni e la città si rifà il look

Il sindaco, ospite a Ditelo a Rgs, ha illustrato le opere fatte, progettate e appaltate

CALTANISSETTA. Circa trenta milioni di euro per investimenti tra opere pubbliche realizzate e da realizzare. Il sindaco Michele Campisi nel corso di un intervento a ”Ditelo a Rgs” (Radio Giornale di  Sicilia, l'emittente del nostro giornale), ha praticamente tracciato il bilancio di questi quattro anni di amministrazione. Alcuni interventi sono stati già realizzati, come il rifacimento di piazza Garibaldi e corso Umberto, nell'ambito del progetto la Grande Piazza e sempre nel settore della riqualificazione del centro cittadino, con l'inizio del mese di gennaio prossimo si inizieranno i lavori in corso Vittorio Emanuele e nella Salita Matteotti. Quasi tutti gli interventi comunque saranno cantierabili sotto l'insegna dell'amministrazione Campisi. Il Comune arranca, traballa, ma sta in piedi. Il sindaco nel corso dell'intervista in riferimento alle casse dell'amministrazione di Palazzo del Carmine, ha parlato della manovra restrittiva della finanziaria del Governo. L'allarme soldi era già scattato in più occasioni, soprattutto nel settore di edilizia pubblica, che dipende quasi esclusivamente da Roma da Palermo.   «Ma - secondo il sindaco - qualcosa di importante, nonostante il periodo di austerità, è stato già fatto nel corso di questa sua legislatura. L'intenzione - ha detto - per tutto il nuovo anno, sarà quello di mantenere alta la priorità negli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici pubblici, della riqualificazione del centro storico, del potenziamento delle aree destinate a parcheggio, manutenzione delle scuole e creazione di aree strutture a servizio dei cittadini». In questo contesto si legge la recentissima delibera di giunta finalizzata all'acquisizione dell'Antenna Rai con la struttura ed il parco circostante. «Dall'opposizione mi criticavano perché ancora non avevo deliberato l'acquisto del parco Rai adesso mi criticano perché lo abbiamo fatto. Progetti come questi - spiega Campisi - ci consentono di mantenere alto il profilo della nostra città». Fare o non fare è il dilemma politico. «Da qualche mese siamo riusciti a portare a compimento la perimetrazione del centro storico nel cui ambito è prevista la realizzazione di alcune alloggi da destinare a giovani coppie o famiglie indigenti». Anche qui le critiche non sono mancate. Di recente è stato restituito alla città il parcheggio multipiano di via delle Medaglie d'Oro. In cima alla lista del sindaco Campisi c'è la riqualificazione della Salita Matteotti, la creazione nella stessa area di un museo arte contemporanea e i lavori in corso Vittorio Emanuele. Con il nuovo anno che sta per arrivare l'agenda del sindaco Campisi e compagni di squadra ha annotato circa trenta milioni coperti da finanziamento per lavori eseguiti e da realizzare. Quasi tutte le opere in itinere dovrebbero vedere la luce entro l'inizio del prossimo anno e comunque, sono tante e abbracciano ogni settore, dalla viabilità alla riordino urbano, alle infrastrutture, all'ambiente (raccolta differenziata dei rifiuti e nuovo piano del servizio di igiene ambientale). Il Comune, per avviare e completare questi interventi, e con quelli già ultimati spenderà complessivamente circa 30 milioni di cui buona parte già disponibili in cassa. Insomma, pur non rinverdendo antichi fasti, la città ha incassato un bel gruzzolo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati