Un primo momento di socializzazione con i coetanei

PALERMO. Pediatri e specialisti dell’infanzia lo consigliano: il nuoto neonatale stimola le abilità motorie del bambino e, oltre a essere un’attività divertente, ha un incredibile effetto rilassante. Le opzioni consigliate sono tante: si può fare fitness con il bebè, oppure corsi per avvicinare il bimbo all’acqua. I genitori possono giocare in acqua con i figli sotto la guida di educatori esperti. Una bella esperienza non solo per il neonato, ma anche per mamma e papà. Ottimo anche il nuoto come attività motoria in gravidanza.
Laura Piricò, pediatra palermitana, suggerisce che l’attività natatoria svolta dai neonati è importante perché: «Serve a mantenere il rapporto con l’acqua che il bambino ha avuto durante tutto il periodo della gestazione. Il bambino ritrova un ambiente a lui familiare, un posto che dà al bimbo fiducia e sicurezza. Il nuoto permette di mettere meglio in sintonia il bimbo con la madre grazie all’ambiente acquatico che richiama il liquido amniotico del grembo materno. Per il piccolo trovarsi in vasca con la mamma e con altri bimbi potrebbe costituire anche un primo momento di socializzazione con i coetanei. Il fatto di avere la mamma accanto garantisce sicurezza al bambino e questo gli permette di esplorare il mondo esterno con più serenità».
Le mamme che hanno avuto un bimbo da poco hanno il problema di ritornare in forma. Il nuoto permettere alle neo mamme di fare attività fisica con il loro bambino vicino: «Il vecchio detto «mens sana in corpore sano» è adattissimo per tutte le mamme che decidono di nuotare con il loro bambino. Le mamme scaricano tensione e i problemi grazie all’attività sportiva, magari socializzando con le altre madri». Anche per le mamme in gravidanza la pediatra consiglia attività sportiva e in particolare: il nuoto in gravidanza è consigliato perché è lo sport che meglio mette in moto tutti i muscoli del corpo. Il segreto di questo sport lo spiega la pediatra: «Grazie all'assenza di gravità in acqua il sovrappeso che le donne gravide può creare disturbi venosi. Un movimento fatto fuori dall’acqua sarebbe molto più gravoso per le donne con il pancione è più gravoso». La pediatra però mette in allerta le mamme in attesa e quelle che hanno appena partorito a stare attenti a micosi e congiuntiviti che potrebbero insorgere se l’acqua della piscina che si frequenta non è perfettamente pulita.
S. I.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati