Operaio Lsu non viene pagato, niente affissioni a Serradifalco

Il Comune non garantisce l’integrazione oraria, ditte costrette al «fai da te»

Sicilia, Archivio

SERRADIFALCO. A un «lavoratore socialmente utile» del municipio scade l'integrazione oraria e a Serradifalco diviene quasi impossibile affiggere manifesti murali. Da quattro mesi circa. Stando ad ascoltare quanto lamentato da alcune ditte. Delle quali, qualcuna si sarebbe rifiutata di affiggere a proprie spese i manifesti pubblicitari, nonostante avrebbero prima dovuto pagare i diritti di affissione; qualcun'altra, invece, di rischiare una multa, attaccando le proprie locandine "abusivamente", senza cioè aver prima pagato la tassa prevista. Nell'uno e nell'altro caso, causando minori entrate nelle casse comunali. Pur se nell'ordine di alcune centinaia di euro. Anche se tutte le altre ditte (a oggi, in tutto, una cinquantina), invece, avrebbero fatto, come dire, "buon viso a cattivo gioco": prima avrebbero pagato il balzello e poi acquistato l'occorrente per l'affissione e vestito i panni dell'attacchino, provvedendo direttamente ad attaccare i cartelloni sui muri della città.
IL SERVIZIO NELL’EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL GIORNALE DI SICILIA DI OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati