Sicilia, Moda e Bellezza, Tempo libero

Piumino sì, ma super leggero Sfida tutta sul filo dei grammi

Secondo le aziende produttrici questo giubotto non deve pesare più di un etto, per garantire agilità di movimenti, manegevolezza e comfort

PALERMO. Non basta più dire leggero come una piuma. È arrivato il momento della prova bilancia anche per il piumino, il capospalla tecnico tipico dello sci ma che, da qualche anno, ha lasciato le montagne per fare bella mostra di sé nelle strade della città, come abbinamento sia per suite casual che eleganti. È cento grammi la soglia attorno a cui si sfidano le aziende produttrici, e in tutto questo peso devono riuscire a contenere calore, comfort, qualità e stile.
Tra i competitor c’è la milanese Save the duck, l’«amica delle papere», che ostenta l’assenza di piume d’oca, pur avendo il simpatico palmipede come icona. Offre «colori accesi, materiali ricercati, linee di tendenza e dettagli di stile, per piumini realizzati in nylon giapponese ultrasottile con imbottitura sintetica in “plume tech” che conferisce maggior calore e morbidezza». Ispirato alla politica dell’animal friendly, Save the Duck è un prodotto eco, con una ricerca tecnologica alle spalle.
I modelli Elax, in particolare, sono in tessuto elastico bistretch caratterizzato da praticità, traspirabilità e resistenza ad abrasioni ed acqua, muffe e umidità. Ultraleggero, è pocketable, cioè tascabile, e in viaggio occupa poco spazio. Il costo supera i cento euro mentre si ferma al cinquanta per cento la proposta, sempre in tema di piumini ultra light, della casa di moda romana List, creata più di vent’anni fa da Giulio Moscati e Ruben Dell’Ariccia. In queste settimane è stato lanciato Keira, il modello di punta della stagione Fall-Winter 2013/14. In ovatta termica e nylon, è moderno, innovativo e soffice, ma la trovata originale è il cappuccio, con un piccolo elastico che si adagia sul profilo del capo, incorniciando il volto delle clienti, «immaginandole “dive dei nostri giorni”. Cento grammi, - spiega Giovanni Lo Presti, esclusivista per Palermo - è una misura che consente di riporlo nella borsa per poi utilizzarlo al momento più opportuno, non solo quindi per i viaggi, ma anche per il quotidiano. Tra le tonalità a Palermo si vende di più il colorato, come avviene per tutti gli start up, infatti, a questo prezzo di lancio, solo 49 euro, si può osare un capo meno sicuro, rispetto al nero che si mette più spesso e che resta il preferito negli acquisti».
Keira e List si trovano in Sicilia, a Palermo in via Ruggero Settimo, 49 nel monomarca, da Epoca a Catania in via Umberto 50, da Extrò a Trapani in piazza Vittorio Emanuele, 21 e da VJ a Taormina in Corso Umberto, 113.
Save the Duck, invece, è distribuito da Extra a Palermo; Nodi & Colletti a Catania; Marsala e Girok Group a Messina; Campo a Ragusa; Still Pell a Siracusa; Calabrò trend a Canicattì; Glamour a Favara.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati