Da un’emergenza all’altra, è un Catania con le ossa rotte

Sicilia, Qui Catania

CATANIA. Da un'emergenza all'altra. Dal ko di Barritentos a quello di Plasil, entrambi con recuperi a lunga scadenza: almeno un mese. Il centrocampista ceco non è stato convocato per la trasferta a Torino, una decisione che De Canio ha dovuto prendere sorprendendo quasi se stesso. "Ho saputo solo al momento di fare le convocazioni che Plasil durante il riscaldamento di domenica aveva avuto un problema all'adduttore. Il ragazzo, però, ha voluto giocare lo stesso a dimostrazione dell'attaccamento alla maglia. Voleva partire con poi malgrado gli esami avessero evidenziato l'infortunio", ha spiegato il tecnico rossazzurro, che deve necessariamente fare buon viso a cattivo gioco.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CATANIA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati