Stamina, malato sospende terapie: "Crocetta autorizzi cure"

PALERMO. Ancora un ottantina di malati, insieme ai propri familiari e agli attivisti del  movimento Vite Sospese e del movimento Base Italia, che stamattina hanno sfilato in corteo a Palermo, sono radunati in piazza Indipendenza davanti il palazzo della Regione. Aspettano che una delegazione venga ricevuta dal governatore Rosario Crocetta, per il momento impegnato in aula all'Ars, dove è in corso il dibattito sulla mozione di sfiducia, presentata dai Cinquestelle. Chiedono al governo regionale di autorizzare le cure con il metodo stamina e un incontro con l'assessore regionale alla salute Lucia Borsellino. Tra loro c'e' anche chi per protesta ha deciso di sospendere le terapie salvavita.
"Sono cardiopatico e ho deciso di sospendere le medicine - dice il presidente del movimento Base Italia, Rosario Martino-,  perché l'assessore Borsellino ha rinviato al 13 novembre l'incontro con i malati e Vannoni, in programma per domani. Resterò qui in presidio ad oltranza: i malati non possono aspettare, chiediamo che la Regione autorizzi le cure con le cellule staminali". In piazza a Palermo, alla manifestazione ha partecipato a anche Sandro Biviano, che insieme al fratello dal 23 luglio scorso vive accampato davanti a Montecitorio per protestare contro le cure loro negate. Iniziative analoghe sono state organizzate dal movimento anche a Catania e Modica, nel ragusano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati