Riesi, oltre settemila emigrati ancora cittadini italiani

RIESI. Dalla relazione della Fondazione Migrantes, che ha presentato a Roma l’edizione 2013 del rapporto Italiani nel mondo, emergono 7.036 iscritti Aire (Anagrafe degli italiani residenti all’estero) ossia emigrati originari di Riesi, che pur vivendo in alte parti del Mondo hanno mantenuto la cittadinanza italiana. In particolare dalla graduatoria dei primi 50 Comuni in Italia con popolazione tra 10 mila e 100 mila abitanti, Riesi risulta al primo posto con una percentuale di incidenza sulla popolazione pari al 59,6 (7.036 iscritti Aire su 11.814 residenti). All’ottavo posto della classifica emerge San Cataldo con il 32,7 per cento ( 7.650 iscritti Aire su 23.424 residenti). Seguono Mussomeli che si attesta al tredicesimo posto con il 28,7 per cento (3.162 iscritti Aire su 11.010 residenti) e Mazzarino al quarantaduesimo posto con il 19,7 per cento(2.428 iscritti Aire su 12.333 residenti). I riesini emigrati non hanno mai acquisito la cittadinanza estera, mantenendo quella italiana, probabilmente per un attaccamento profondo alla propria terra ed alle proprie radici familiari. Anche i figli delle persone emigrate, nati all’estero e interpellati a 18 anni per scegliere quale delle due cittadinanze adottare entro il 2000, hanno optato per quella italiana, ereditata dai genitori. Dal 2000 in poi, invece ereditano in automatico cittadinanza d’origine e cittadinanza acquisita. Le comunità riesine più numerose all’estero si trovano in Germania, Belgio ed in America mentre in Italia risultano Torino, Bergamo e Genova. Nel tempo sono nate anche associazioni di emigrati riesini nel mondo proprio per esportare e non perdere le tradizioni nostrane. De.Bu.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati