Donne al volante per protesta: spopola "No woman, no drive"

Hanno sfidato il governo
che ha minacciato "sanzioni" e si sono messe al volante,
postando poi sul web i video. Un piccolo gruppo di donne in
diverse città dell'Arabia Saudita ha aderito alla giornata di
protesta contro il divieto di guida; già nella mattinata di ieri
circolavano i video di alcune di loro al volante anche se non è
specificato quando sono stati realizzati. Altre hanno preferito
rimanere a casa, scoraggiate da telefonate fatte da uomini che,
sostenendo di essere del ministero dell'Interno, minacciavano
rappresaglie, hanno riferito gli organizzatori. Le forze dell'ordine hanno organizzato dei checkpoint in
alcune vie di Riad e sulle strade sono comparse molti più
vigili del solito. «Conosco diverse donne che hanno guidato
oggi», ha riferito uno degli organizzatori della campagna. A
conferma delle sue parole, cinque video sono stati poi postati
su YouTube e Twitter, con la data del 26 ottobre, mostrando le
donne che guidano a Riad, e nelle regioni di al-Ahsa e nella
città di Gedda. Le manifestazioni di protesta sono proibite in
Arabia Saudita e le richieste pubbliche di cambiamenti politici
o sociali sono sempre state interpretate come una sfida alla
monarchia. Tuttavia, gli organizzatori sostengono che l'invito
alle donne non era una protesta politica in quanto non hanno
organizzato cortei o raduni. Invece, hanno chiesto alle donne
dotate di patente straniera di mettersi al volante, accompagnate
da un parente maschio, e di guidare sbrigando le commissioni di
tutti i giorni. «La data del 26 ottobre è comunque simbolica. Le donne hanno
iniziato a guidare il 26 ottobre e continueranno a farlo anche
dopo», ha detto una delle attiviste, Eman Nafjan.
Intanto, spopola su Youtube il video dell'attivista e comico
saudita Hisham Fageeh il quale, nel giorno in cui alcune donne
hanno sfidato il divieto di guidare, ha dato una propria
interpretazione della nota canzone "No woman, no cry" di Bob
Marley titolandola "No woman, no drive".
Ironizzando sul divieto, Fageeh canta: «Ricordo quando sedevi
sul sedile posteriore».
«Avevamo buoni amici e li abbiamo perso
amici in autostrada...» «In questo futuro luminoso non puoi
dimenticare il passato per cui metti via le chiavi
dell'auto».
«Sorella, non toccare quel
volante».

© Riproduzione riservata