«Timbravano il cartellino e sparivano» Sotto processo 19 comunali di Butera

BUTERA. Diciannove, tra attuali ed ex dipendenti del comune di Butera, sono chiamati a rispondere di truffa aggravata in concorso davanti al giudice del tribunale di Gela Domenico Stilo. Ieri mattina, si è aperto il dibattimento a loro carico. Stando alle accuse mosse dai magistrati della procura, i dipendenti comunali avrebbero impropriamente utilizzato i loro badge di presenza: timbrando e successivamente allontanandosi dagli uffici di competenza per svolgere faccende personali o, addirittura, acquisendo la presenza attraverso loro stretti parenti. L'ente comunale si è costituito parte civile chiedendo un risarcimento dei danni in denaro. Così, davanti al giudice gelese, sono chiamati a rispondere Ignazio Buttiglieri, Paolo Caltavituro, Serafina Daino, Grazia Dellaria, Rocco Donzella, Patrizia Federico, Gaspare Garufo, Luigi Giarrizzo, Gaetano Spiteri, Adriana Tallarita, Brunello Spiteri, Gaetano Guarnaccia, Carmela Murando, Giuseppe Pisano, Daniela Riggio, Angelo Sciandrù, Concetta Zaffonte, Maria Teresa Tallarita e Carmela Trovato.
UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati