Sicilia, Archivio

Gela, guerra agli ambulanti: bando del Comune per trentatré chioschi

GELA. Il Comune emana un bando per la realizzazione di nuovi chioschi. Ventinove le aree scelte, una trentina circa (si parla di 33) le strutture previste, la maggior parte delle quali dedicate alla vendita di generi alimentari, 8 per la somministrazione di caffè e bevande. Il progetto, ieri mattina, è stato presentato in municipio dal sindaco, Angelo Fasulo. Presente il responsabile del Suap, Salvatore Lombardo, firmatario del bando allegato a una delibera di Giunta approvata lunedì mattina dall’esecutivo. Le aree scelte sono sparse su tutto il territorio comunale. Oltre a quelle già note di via Europa, via Cicerone e via Venezia, spuntano nuove destinazioni come il piazzale Regina Pacis, la via Falcone e lo slargo antistante l’Hotel Sole e la piazzetta La Grange (Liceo Ginnasio). L’iniziativa intende dare risposte sia occupazionali che legate al decoro urbano. L’amministrazione Fasulo, da tempo, ha dichiarato guerra a baracche e punti vendita abusivi sia di generi alimentari che di ortofrutta. Quello legato ai chioschi è un ulteriore capitolo nell’attività di regolamentazione del commercio in città. Il bando fissa i requisiti di partecipazione tra i quali spicca il rispetto della certificazione antimafia e l’assenza di procedure, a carico del richiedente, connesse al reato di associazione mafiosa, fallimento, liquidazione o concordato preventivo. La durata delle concessioni sarà quinquennale, e mai superiore ai 10 anni. Previsto anche il rinnovo per un massimo di tre anni. Poi il manufatto dovrà essere rimosso dal proprietario che, comunque, potrà procedere a una eventuale nuova richiesta di concessione. Vantaggi per chi assume personale o ha moglie e figli a carico. Agevolazioni anche per le donne.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati