San Cataldo, «troppi paninari in fiera» Gli esercenti denunciano scarsa regolamentazione

SAN CATALDO. Protestano i commercianti di corso Europa, perché con l'inizio della fiera di ottobre, si sono ripresentati i chioschi alimentari, allestiti lungo la strada, i quali da anni creano problemi ai negozi.


Secondo i commercianti le bancarelle alimentari, sono troppo addossate ai negozi e causano notevoli problemi. Si parte dagli odori del cibo, che invadono gli esercizi, per continuare con immondizie varie depositate in ogni angolo. Inoltre qualche incivile usa le saracinesche come orinatoi. Una situazione ormai diventata insostenibile e per la quale i commercianti si sono rivolti a Confesercenti, affinchè i negozi della zona vengano tutelati nel periodo della fiera.


«Si doveva rimodulare il piano parcheggi in corso Europa, durante il periodo della fiera di ottobre - dice il direttore di Confesercenti, Michele Giarratano -. Questo denota la poca sensibilità della giunta "reggente" nei confronti dei problemi dei commercianti, i quali nei quattro giorni della fiera vorrebbero incrementere i loro affari. Come al solito, non sono state consultate le associazioni datoriali e men che meno sono stati ascoltati i commercianti a posto fisso, che ogni anno subiscono questo tipo di angheria. Per concludere, il direttore di Confesercenti chiede maggiori controlli da parte delle forze dell'ordine per scovare espositori non in regola con le norme previste dalla legge.


«Chiederemo maggiori controlli agli uomini dello stato - per scovare gli abusivi che in barba a chi paga le tasse, danneggiano i commercianti onesti - conclude Giarratano -. Abbiamo preso atto che non c'è volontà politica per risolvere questi problemi adesso chiederemo alla legge».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati