La console per tenersi in forma Così si evolve la palestra in casa

Negli anni Ottanta e Novanta andavano di moda le videocassette o i dvd con i consigli di famosi trainer, oggi la tecnologia ha reso le cose più semplici

Guardandovi allo specchio ammettete di avere qualche chilo di troppo, magari anche un po’ di cellulite, ma non siete molto predisposti a mostrarvi pubblicamente in palestra, dove un vigile istruttore potrebbe chiedervi di fare flessioni e piegamenti davanti ad altri compagni dal fisico scultoreo. Per timore potreste decidere di mollare qualunque azione preventiva, ancor prima di iniziare.
Ma se scopriste che la console di gioco di vostro figlio, proprio lei, l’amatissima, dannatissima console dei videogame, potesse realmente esservi d’aiuto? Superate il primo ostacolo, quello psicologico, perché adesso potete sfogarvi con piegamenti, flessioni, saltelli, senza alcuna necessità di dovervi mostrare pubblicamente. E state sicuri che la figura anonima che vi parla dallo schermo non sarà affatto indulgente.
Negli anni Ottanta e Novanta andavano di moda le videocassette o i dvd con i consigli di famosi trainer, come l’americana Sidney Rome che molti ricorderanno. Oggi la tecnologia ha reso le cose più semplici, anche se l’interlocutore resta sempre lo schermo televisivo.
È notizia recente infatti che Microsoft ha annunciato un nuovo servizio a pagamento per la console Xbox One. Grazie al nuovo Kinect sarà possibile fare ginnastica davanti al televisore, esattamente come in palestra, tramite Xbox Fitness. Il sistema sarà in grado di leggere la frequenza cardiaca senza accessori aggiuntivi, vedere quali muscoli stiamo utilizzando, la loro forza, lo spostamento del peso del nostro corpo, e potrà monitorare la performance, misurare l'equilibrio, il ritmo e la forma. Fornirà suggerimenti personalizzati in base alla cronologia di allenamento, offrendo una varietà di sessioni della durata tra i 10 e i 60 minuti. Naturalmente Microsoft ha messo in campo i migliori specialisti, pertanto gli esercizi in video saranno trattati da trainer illustri come Tony Horton, Shaun T, Jillian Michaels e Tracy Anderson.
Addirittura sarà possibile sfidare i propri amici e rendere pubblici i risultati attraverso la comunità di Xbox Fitness.
Ma attenzione, non si tratta di un gioco da comprare, ma di un vero e proprio servizio, fruibile unicamente con la connessione ad Xbox Live, tramite un abbonamento specifico. Insomma, la console di gioco, dotata di un processore anche più potente di quello solitamente presente sulla scheda madre di un pc, passa dall’intrattenimento ai servizi, diventando a tutti gli effetti un elettrodomestico evoluto.
Il primo passo in realtà lo ha fatto la Nintendo con la Wii, già qualche anno fa, lanciando la pedana Wii fit ed una serie di giochi con applicazioni che vanno dal pilates allo yoga, con tanto di programma adottato da alcune palestre. Una che monitorizza anche la corretta alimentazione, permettendo di selezionare nel proprio profilo le preferenze alimentari per calibrare il piano nutrizionale in base agli obiettivi prefissati. Sony propone invece una piattaforma più incentrata sul gioco con Playstation Move, in grado di percepire tutti i movimenti grazie ad una telecamera.
Con le console casalinghe però non si fa solo fitness classico, infatti anche la Zumba, che nasce dalla fusione di aerobica e ballo latino spopola tra i giochi in stile dance. Un’attività che permette di allenare il corpo divertendosi, grazie a salsa, merengue, cumbia e reggaeton, unite a movimenti tonificanti tipici della danza e degli esercizi di aerobica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati