Da Catania una linea dal sapore cosacco

PALERMO. Non è certo un nome nuovo del panorama del fashion ma un debutto, a suo modo, l’ha fatto nei giorni scorsi partecipando alla sfilata “La notte del Mediterraneo” a Villa Malfitano, a Palermo. Una rara apparizione palermitana di Giovanni Cannistrà, noto per essere lo stilista delle principesse arabe. Catanese e laureato all’Accademia di Belle arti di Roma, ha preso parte ad importanti sfilate come Alta moda Roma, «Donna sotto le stelle» alla scalinata di Trinità dei Monti, e a quella del Teatro Massimo quando veniva celebrata.

Il suo stile è decisamente da mille e una notte, con tessuti importanti, che hanno il sapore di un tempo e che si coniugano immediatamente col lusso. Esasperazione e voluttà, neo-barocco ed esaltante minimalismo, contraddizioni e tradizioni. Nella sua anteprima palermitana, in passerella hanno sfilato leggerezze fatte di tanti strati di chiffon e delicati plissé di organza. «Una bambola di lusso dai tratti orientali, che profuma di mandorle e zagara» commenta lo stilista che ha un atelier in corso Italia, a Catania. E per la prossima stagione, Cannistrà annuncia colori freddi dall'Oriente, blu pavone, verde acqua brillante e oro con piume ammiccanti, eleganti e soffici. Una linea che si avvicina allo stile cosacco. Broccati, ricami impreziositi da perline e strass, lucentezza delle stoffe, accanto a decorazioni e stampa floreali. Uno stile abbondante per chi vuole ostentare.
MI. AV.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati