Naufragio di Lampedusa, la Dda di Palermo indaga su tratta di esseri umani

Sicilia, Cronaca

PALERMO. La Direzione distrettuale antimafia di Palermo, dopo un vertice con i Pm di Agrigento, ha deciso di aprire un indagine per tratta di esseri umani a seguito del naufragio di giovedì scorso davanti le coste di Lampedusa. I Pm di Agrigento continueranno a indagare per immigrazione clandestina i superstiti, per favoreggiamento lo scafista tunisino fermato anche per omicidio plurimo e naufragio, mentre la Dda di Palermo indagherà sulla tratta di esseri umani. A coordinare l'inchiesta saranno il procuratore aggiunto Maurizio Scalia e il Pm. Geri Ferrara che hanno acquisito i verbali presi dagli immigrati superstiti sentiti come indagati di reato connesso, con l'assistenza del difensore, in quanto accusati di immigrazione clandestina. Nel fascicolo sono finiti anche i verbali di fermo dello scafista tunisino. Le due Procure sentiranno tutte le persone informate sui fatti in incidente probatorio: il timore degli inquirenti è che i superstiti nei prossimi mesi lasceranno l'Italia e le loro dichiarazioni, quindi, vengono considerate come atti irripetibili.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati