Mafia, Cuffaro: chiesti i servizi sociali: l'ex governatore della Sicilia forse a casa a Natale

PALERMO. Rinchiuso a Rebibbia da 33 mesi, l'ex governatore della Sicilia, Totò Cuffaro condannato in via definitiva a sette anni di carcere per favoreggiamento aggravato alla mafia, potrebbe tornare a casa a Natale.


I suoi legali hanno avviato l'istruttoria per la richiesta di affidamento ai servizi sociali e il Tribunale di sorveglianza di Roma, come scrive il Giornale di Sicilia, verificherà la posizione di Cuffaro il prossimo 17 dicembre. Se i giudici dovessero accogliere l'istanza, l'ex presidente della Regione, che dopo la condanna si dimise da senatore senza aspettare la decisione della giunta sulla decadenza, potrebbe svolgere il servizio sociale nel centro "Speranza e Carità" di Biagio Conte, il missionario laico che da anni accoglie nella sua struttura, a Palermo, emarginati e indigenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati