Bellusci? Grintoso, anche troppo

Sicilia, Qui Catania

CATANIA. Grintoso davanti a telecamere e microfoni come se davanti avesse Klose o Balotelli. Giuseppe Bellusci è fatto così: tiene sempre alta la guardia, a volte fin troppo. E finisce col pagarne le conseguenze, come è successo contro la Lazio all'Olimpico, quando nel primo tempo si è cercato con colpevole testardaggine un'ammonizione che poi è costata carissima alla squadra. Ma lui, a distanza di giorni, non arretra e difende se stesso, mentre forse sarebbe più opportuno non autoassolversi, ma giudicare se stesso con maggiore maturità. "A freddo sono tutti bravi a parlare. Bisogna capire il momento, vivere la situazione. La mia ammonizione è stata penalizzante per me e la squadra e mi dispiace - dice - per cui non devo ripetermi".


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CATANIA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati