Concerto di Ligabue al Massimino: la società contro l'amministrazione

CATANIA. Il Calcio Catania in una nota ha  espresso un «forte dissenso rispetto alla scelta  dell'amministrazione comunale» di ospitare l'11 giugno 2014 un  concerto di Ligabue nello Stadio Angelo Massimino per timore di  danni al manto erboso. «Il nostro timore - afferma la società -  è quello di veder vanificati i miglioramenti di questi anni e di  non poter più rispettare la normativa federale che impone a  tutti i club di Serie A la garanzia di un manto erboso in  perfetto stato».  Il Calcio Catania «è costretto - continua la società - ad  esprimere profonda preoccupazione per i prevedibili effetti di  un evento di simili proporzioni sulla struttura, in particolare  sul manto erboso». «Anni di duro lavoro sul rettangolo verde da  parte del nostro club, capace di andare oltre un rigido criterio  di competenza sobbarcandosi costi notevoli anche per interventi  di manutenzione straordinaria nel periodo estivo - continua la  nota - hanno fatto sì che il campo di gioco del 'Massiminò  divenisse quel gioiello che oggi è secondo calciatori, tecnici  ed addetti ai lavori di tutta Italia». «Un risultato eccellente  - conclude la società rossazzurra - ottenuto grazie ad una  scrupolosa cura quotidiana: l'esatta antitesi di quel che accade  sul terreno in occasione di un grande concerto» 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati