Sicilia, Archivio

Botte da orbi tra immigrati, dieci feriti a Caltanissetta

Al Sant’Elia sono stati medicati, tutti giovani tra i venti e i trent’anni che hanno riportato per lo più traumi cranio-facciali e al torace

CALTANISSETTA. Maxi rissa al centro di accoglienza di Pian del Lago dove nelle prime ore della mattinata di ieri, oltre dieci tra Pakistani e Afghani hanno cominciato a darsele di santa ragione. I motivi non si conoscono ma sta di fatto che in pochi secondi sono usciti fuori anche bastoni e rami di albero che i giovani extracomunitari si erano procurati al di fuori del centro. Gli ospiti del campo di accoglienza hanno usato di tutto, anche gli stendibiancheria ridotti a pezzi. Gli operatori del centro, che come al solito hanno vissuto ore drammatiche, hanno contattato il 118 e sul posto sono state inviate tre autoambulanze. Al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia sono arrivati in dieci e molti di loro ancora ieri pomeriggio sono rimasti in osservazione.
Tutti giovani tra i venti e i trent’anni che hanno riportato per lo più traumi cranio-facciali e al torace. Qualcuno di loro se l’è cavata con qualche lieve contusione ma per altri è stato necessario un periodo di osservazione più lungo proprio per scongiurare l’insorgere di eventuali complicazioni. Un lavoro enorme per i medici in turno al Sant’Elia che già dovevano far fronte alle diverse decine di utenti che ieri hanno letteralmente intasato il pronto soccorso. Comincia dunque con questa maxi-rissa il passaggio di consegne tra la vecchia cooperativa Albatros e la nuova Auxilium avvenuto proprio lunedì. La cooperativa Auxilium si è aggiudicata la gara bandita qualche tempo fa dalla Prefettura. Dopo più di dieci anni dunque il testimone passa ad una nuova realtà che ha assorbito tutto il personale della vecchia cooperativa, dal personale medico agli operatori. Un passaggio non indolore, però, visto che in questi giorni gli operatori più volte hanno protestato davanti alla Prefettura. Pare infatti che per i lavoratori sia stato diminuito il monte ore con un sensibile ridimensionamento degli stipendi che in certi casi si sarebbero ridotti anche di diverse centinaia di euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati