Crocetta a Tgs: no a larghe intese ma apertura a tutti i partiti

Sicilia, Politica

PALERMO. «Grande apertura a tutte le forze politiche. Resto fedele al Pd. Nessuna larga intesa, ma solo maggioranze sulle singole riforme». Risponde così il presidente della Regione Rosario Crocetta, ospite in studio a Tgs, sulle dichiarazioni di alcuni esponenti politici dell’opposizione che si sono detti pronti a collaborare.
«Sin dalla mia vittoria elettorale – ha detto Crocetta –  mi sono mostrato aperto a qualsiasi forza politica, dai grillini al PdL». Dichiarazioni quelle del Pdl e Mpa che valuta come «responsabili».
Nessuna ipotesi, però, di un governo delle larghe intese, ma di un “modello Sicilia” basato su maggioranze istituzionali: «Nessuna maggioranza di governo, con il Pdl non governeremo insieme. Ci sarebbero piuttosto delle maggioranze da raggiungere sulle singole riforme». Sarà dunque necessario «un ampio consenso sulle singole proposte, come la semplificazione amministrativa o la riforma delle città metropolitane, sulla quale aspettiamo i suggerimenti dei capigruppo».
Dopo le critiche rivoltegli dal Pd siciliano e nazionale sull’anomalia del “Megafono”, accusato di essere un partito “concorrente” al Pd, Crocetta si dice «fedele e appartenente al Pd, che continua ad essere il mio partito. Il Megafono è una lista concordata con il Pd, mai stato alternativo. Non voglio governare senza il Pd ma non accetterò alcuna delegittimazione del governo e del mio ruolo di Presidente».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati