Caltanissetta, Gratta e Vinci milionario Ma per Lottomatica vale mille euro

Sul tagliando la vincita è inferiore agli oltre 5 milioni riconosciuti dal cervellone elettronico. Da quì il contenzioso

Sicilia, Archivio

CALTANISSETTA . Il sogno di una vita da milionario appeso a un filo. In bilico tra l'illusione di avere già in tasca o quasi una barca di quattrini che riteneva di aver vinto con il «gratta e vinci» e la cocente, possibile, realtà che rischia di vanificare ogni sua fantasia.
Sono i due volti della medaglia per un poliziotto nisseno, il trentaduenne C.B. (assistito dagli avvocati Matteo Guarino e Walter Tesauro) che adesso spera nella giustizia perché la sua vita da impiegato si trasformi in favola. Con un futuro da nababbo.
Il perché è presto spiegato.
Con un gratta e vinci della serie «Maxi miliardario», un  acquistao in un bar a pochi passi dalla questura di Caltanissetta in cui presta servizio, s'è poi illuso che la sua esistenza fosse cambiata per sempre grazie a una vincita di 5 milioni di euro. Anche se in un primo momento gli era pure sembrata assai inferiore. Ma la verifica elettronica ha successivamente indicato quel tagliando come milionario. Poi la Lottomatica ha sborsato appena 1.000 euro ritenendo che si trattasse di un errore. Da quel momento è iniziato un duro braccio di ferro a suon di carte bollate.


IL SERVIZIO COMPLETO NEL GIORNALE DI SICILIA OGGI IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati