Senza luce da 15 giorni, residenti esasperati

Non ripristinata la corrente dopo il furto di cavi di rame

SAN CATALDO. Quindici giorni senza energia elettrica. Una vita. Gli abitanti di Vassallaggi sono ormai all’esasperazione. Dall’inizio del blackout, dovuto al furto di cavi di rame dal traliccio che alimenta tutta la zona, non sono bastate le proteste e la mobilitazione di una quarantina di famiglie della contrada per il ripristino della fornitura. L’Enel comunque ha risposto facendo sapere di avere addirittura indetto una gara d’appalto anche per la sostituzione dei pali abbattuti durante l’azione ladresca. Crescono intanto i disagi e soprattutto i danni in termini economici per queste famiglie costrette a mettere mano al portafoglio per alimentare i gruppi elettrogeni con benzina o gasolio. Un danno ormai quantificato in circa 350 euro per famiglia. «La sola corrente del gruppo elettrogeno – dice Beniamino Caramanna, referente del quartiere – non basta per alimentare i generatori di corrente e così molti hanno dovuto buttar via tutto ciò che tenevano nel congelatore. Non solo. La sera nessuna volante della polizia o gazella dei carabinieri passa da qui. Noi abitanti siamo costretti a fare le ronde notturne per evitare tentavi di sciacallaggio».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati