Sicilia, Politica

L'Ars boccia il Governo sull'Irsap

PALERMO. Il governo Crocetta inciampa nel  voto d'aula ad appena 48 ore dallo strappo col Pd. Col governo assente in aula, l'Ars  ha approvato il disegno di legge sull'Irsap con 41 voti a favore  e sette contrari. «Pur nel pieno fermento - ha detto il  presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone - questo Parlamento  riesce a legiferare». L'Ars ha  approvato le modifiche per la governance dell'Irsap, cambiando  il volto della governance dell'Istituto, guidato da Alfonso  Cicero, nomina fatta dal governatore Rosario Crocetta in piena  estate e contestata da maggioranza e opposizione in I  commissione. A farne le spese sarà innanzitutto Cicero,  espressione di Confindustria, che alla luce della nuova  normativa dovrà lasciare l'incarico entro 180 giorni.    


La legge, approvata con 41 voti a favore e sette contrari, è  stata emendata dal M5S e dal Pd, con gli interventi in aula di  Bruno Marziano, presidente della III commissione, e del  capogruppo pentastellato Giancarlo Cancelleri. La norma  stabilisce nuovi criteri: l'assessorato alle  Attività produttive entro 180 giorni dovrà emanare il bando per  l'attribuzione dei seggi alle associazioni del mondo delle  imprese in base alla loro rappresentatività. Il Cda sarà  composto da tre membri indicati dalle associazioni di categoria  e da due componenti di nomina governativa; il presidente dovrà  essere scelto tra i tre consiglieri che rappresentano le  imprese. I revisori dei conti saranno selezionati a sorteggio  tra chi avrà i titoli per farlo. 


«Il segnale politico nei confronti  del governo è evidente: è la dimostrazione di ciò che potrebbe  succedere già con l'esame dei ddl su città metroplitane e  rifiuti. Finora in commissione e in aula siamo stati il baluardo  della maggioranza: questa legge sull'Irsap dimostra che se il Pd  non è in sintonia col governo, in aula può accadere di tutto. È  bene dunque che il presidente e il governo recuperino sintonia  con i democratici», ha detto il presidente della commissione  Attività produttive dell'Ars, Bruno Marziano, dopo il voto in  aula del ddl sull'Irsap. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati