Figuccia (PDS-MPA): trasporto pubblico, approda legge contro evasori

PALERMO. “Una legge contro gli evasori del trasporto pubblico urbano, cioè a discapito dei passeggeri che viaggiano senza il regolare biglietto. L’obiettivo è quello di stanare i portoghesi e recuperare circa 20 milioni di euro all’anno nelle casse dell’azienda siciliana dei trasporti”.
A dirlo è il deputato regionale del Pds-Mpa, Vincenzo Figuccia, in merito alla proposta di legge approdata in IV Commissione Ambiente e Territorio all’Ars, che trasforma la sanzione pecuniaria in amministrativa, garantendone l’applicazione. Ed equiparando la Sicilia a tutto il resto d’Italia.
La proposta anticipa lo sciopero di otto ore indetto dall’Amat venerdì prossimo nel capoluogo. “È l’ennesimo passo per dare nuova linfa all’azienda di trasporto pubblico locale – afferma l’autonomista – un’azione che arriva direttamente dal parlamento siciliano che ha accolto la richiesta pervenuta dall’associazione dei trasporti Asstra Sicilia e dall’Amat, azienda che a Palermo si occupa del trasporto cittadino.
Al momento – fa sapere Figuccia – l’evasione tariffaria nell’Isola ammonta al 40 per cento a fronte di una media nazionale del 25 per cento.
Un fenomeno che va a discapito non solo delle stesse aziende del trasporto pubblico locale ma, di conseguenza, degli onesti cittadini che si vedono aumentare il costo del biglietto, costretti a viaggiare in scarse condizioni.
In questo modo – conclude il parlamentare – garantiremo non solo il rispetto della legge ma anche una maggiore qualità del servizio”. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati