Peculato, nel 2013 in Sicilia denunce cresciute del 50 per cento

I dati della guardia di finanza relativi ai primi nove mesi dell’anno rispetto al 2012

Sicilia, Cronaca

PALERMO. In Sicilia nei primi nove mesi dell'anno sono aumentate, rispetto al 2012, le persone denunciate dalla guardia di finanza per peculato (+ 50%), corruzione- concussione(+17%) e abuso di ufficio (+14%). In lieve calo, invece, rispetto allo scorso anno, quelle per turbativa d'asta (-32%) e frodi nelle pubbliche forniture (-14%).  E' quanto emerge dai dati del Comando regionale della Guardia di Finanza aggiornati al 20 settembre scorso. In particolare, da gennaio a settembre 2013, le fiamme gialle hanno denunciato all'autorità giudiziaria 75 persone per peculato (di cui 5 arrestate); 41 per concussione-corruzione (di cui 11 arrestate) e sequestrato somme per un valore di circa 300 mila euro; 136, invece, sono state denunciate per abuso di ufficio. Nel corso del 2012 la guardia di finanza aveva denunciato 50 persone per peculato (di cui 6 arrestate); 35 per corruzione e concussione (di cui 9 arrestate) e sequestrato somme per circa 116 mila euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati