Crocetta difende giunta, Scilabra urla solitudine

GELA. Parlando alla festa del Magafono, a Gela, il governatore Rosario Crocetta, difendendo il lavoro della sua giunta, ha letto dal suo telefono cellulare un sms inviatogli dall'assessore regionale alla Formazione, Nelli Scilabra.
"Solo tu puoi capire e darmi risposte, lotto per questa nostra rivoluzione. Vorrei non sbagliare e non farti sbagliare – scrive l'assessore - Ma ormai da mesi provo solo la solitudine. Scusa lo sfogo, ma lo posso fare solo con te. Non fa niente anche se non rispondi, notte presidente".
Crocetta quindi ha letto la risposte che le ha inviato sempre per sms. "Fregatene, ti voglio bene. Notte". "Dopo le sue denunce, non può più condurre una vita normale - ha detto Crocetta - Nelli lo urla. Ma perché i giovani non dobbiamo metterli alla prova? Così non avranno mai un'esperienza". Poi l'affondo: "Invece di fare fregare i soldi a Genovese (il deputato nazionale del Pd indagato a Messina nell'inchiesta sulla formazione professionale), perché non li investiamo sui giovani?".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati