Scuole rurali, nessuno le vuole La vendita si è rivelata un flop

Asta pubblica deserta.Solo una busta con una offerta che però non è stata ritenuta idonea

CALTANISSETTA.  Le ex scuole rurali messe in vendita dal Comune mediante asta pubblica non interessano nessuno. L'asta pubblica mediante offerta a rialzo è andata praticamente deserta. Solo un busta con un unico concorrente per uno dei lotti messi all'asta, con una offerta però al ribasso, per cui l'offerta non è stata ritenuta idonea e ed esclusa dalla gara. Tutto da rifare quindi. La giunta comunale nell'ultima seduta aveva deliberato la ricognizione e valorizzazione del patrimonio immobiliare del comune così come previsto dal governo nazionale con l'introduzione del cosiddetto spending review che come è noto prevede che i comuni e gli enti locali in genere possono procedere al riordino, gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare, da individuare redigendo apposito elenco, (sulla base e nei limiti della documentazione esistente presso i propri archivi e uffici), ricadenti nel territorio di competenza. Beni che sono suscettibili di dismissione o di valorizzazione. Nei giorni scorsi, e prima della delibera di giunta, il dirigente del settore Finanze del Comune aveva redatto un apposito elenco di beni da dismettere, mediante asta pubblica, che fanno esclusivo riferimento al patrimonio comunale delle ex scuole rurali con annesse pertinenze e aree circostanti. Il piano di alienazione dei beni fa anche parte integrante del prossimo bilancio di previsione che il consiglio comunale sarà chiamato ad approvare con il relativo valore attribuito agli immobili. Qualche mese addietro il competente settore dell'amministrazione aveva attivato la procedura di ricognizione del patrimonio dell'ente che riguardano fabbricati e terreni. Per l'immediato l'elenco degli immobili da vendere mediante asta pubblica riguardano:la ex scuola rurale Mimiani Scalo; ex scuola rurale Contrada San Martino; scuola rurale Contrada Ramilia; scuola rurale Mimiani Bosc; scuola rurale Marcato D'Arrigo; Ex scuola rurale Contrada Xirbi; scuola rurale Contrada Gulfi, scuola rurale Contrada Canicassè Casale;scuola rurale Contrada Niscima ed ex scuola rurale contrada Bulgarella. I relativi prezzi da ciascuno immobile da porre a base d'asta sono stati già fissati dalla Commissione di Valutazione della Direzione Lavori Pubblici e Urbanistica. Una media di valutazione che parte da dai circa venti mila euro, per gli gli edifici in pessimo stato di conservazione fino novanta mila euro per quelli in discreto stato di conservazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati