Maran: «con il Parma accendiamo giusta scintilla»

CATANIA. Zero punti in tre partite e l'assoluta necessità di muovere la classifica. Il Catania si presenta alla sfida interna con il Parma dalla scomoda (e inattesa) posizione di ultimo della classe.   «Abbiamo cominciato la stagione - constata il tecnico Rolando Maran - convinti che certi risultati potessero arrivare in modo quasi naturale e ne abbiamo pagato lo scotto. Ogni traguardo va conquistato mettendoci l'impeto e la decisione di sempre. È ovvio che mi aspetto di più da tutti». Il brutto inizio di stagione richiede una svolta. Maran coglie segnali positivi alla vigilia dell'impegno con i ducali: «Questa è stata la settimana migliore dall'avvio del campionato perché ho finalmente avuto a disposizione l'intero organico. Ci attende un impegno delicato: il Parma, come noi, è una formazione migliore di quanto non dica la classifica. Dovremo essere bravi ad accendere la scintilla nel modo giusto. Per superare questo momento è necessario conservare lucidità, lasciamo fuori dal campo qualsiasi insicurezza. Sinora ci è mancato anche l'episodio favorevole, ma la fortuna bisogna guadagnarsela».     Dalla lista dei 23 convocati, oltre al convalescente Peruzzi, sono rimasti fuori Izco, Castro e Leto. Se l'assenza dei primi due era annunciata, l'indisponibilità del terzo a causa di un problema fisico è la novità dell'ultim'ora.  Nel 3-5-2, modulo nuovo provato in settimana, si apre quindi uno spazio in mezzo per Guarente con l'avanzamento di Barrientos a sostegno di Bergessio. «Nel momento in cui le cose non girano come vogliamo - sottolinea Maran - ho il dovere di cercare alternative. Quando cambiamo assetto lo facciamo perché è necessario, non siamo mica matti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati