Formazione, appalti truccati: concessi domiciliari a Giacchetto

PALERMO. Il gip di Palermo Luigi Petrucci ha concesso gli arresti domiciliari a Faustino Giacchetto, il manager arrestato a giugno scorso nell'ambito di un'inchiesta della Procura sulla Formazione professionale. Per il giudice, che ha accolto la richiesta degli avvocati Fabrizio Biondo e Giovanni Di Benedetto, a carico dell'indagato si sarebbero attenuate le esigenze cautelari.

Scarcerato, invece, Francesco Riggio, ex presidente dell'ente di Formazione Ciapi coinvolto nell'inchiesta. A carico di Riggio sarebbero venute meno le esigenze cautelari. Sulle istanze dei legali dei due indagati i pm avevano espresso parere negativo. Giacchetto è ritenuto la 'mente' del comitato d'affari che si sarebbe appropriato di 15 milioni destinati all'ente di formazione Ciapi e avrebbe pilotato diverse gare d'appalto per la gestione della comunicazione dei grandi eventi
siciliani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati